Quali saranno le tendenze del digital marketing per il 2017? Stare al passo con i nuovi trend è indispensabile per le aziende che vogliono ottenere una migliore copertura mediatica online.

L’evoluzione delle strategie aziendali di digital marketing oggi sono proiettate verso la pianificazione di messaggi personalizzati. Questo genera una maggiore empatia con l’utente.  Siamo nell’era del marketing esperienziale, in cui la condivisione di esperienze e di emozioni diventa il primo fattore strategico su cui puntare. I messaggi prodotti dalla comunicazione digitale non sono più unidirezionali; Mirano alla produzione di messaggi empatici, in grado di coinvolgere ed accompagnare l’utente fino al compimento dell’acquisto di un prodotto o un’esperienza.

1. Ma torniamo alla classifica dei trend previsti per il 2017! Tra i trend in crescita sicuramente riconosciamo i video. Il 2016 ha visto l’evoluzione dei video prodotti su facebook con i live, le stories di Instagram e l’utilizzo di Snapchat. Anche i grandi brand hanno formulato nuove forme di advertising con la creazione di video istantanei, veloci e interattivi.

2. La navigazione da mobile raddoppia ogni anno. È il colosso del web Google a confermare questo nuovo trend. Più del 50% delle ricerche avviene ormai da mobile. La fruizione della ricerca da mobile diventa utile soprattutto se consideriamo i processi di acquisto che sono sempre più in crescita.

3. Altro trend che ancora non ha mostrato a pieno il suo potenziale, ma è in grado di offrire numerosi supporti e campagne creative, è la Chatbot, parliamo di intelligenze virtuali che rispondono alle richieste dei clienti; Ci riferiamo a sistemi digitali come Siri per Apple, Cortana per Microsoft. La fruizione dei Bot può divenire, come nel caso di Coca cola, un esempio di campagna di Marketing creativo per raggiungere un determinato target di utenti. Coca-Cola ha lanciato il suo bot collegato con la Promo di Natale 2016 che mette in palio dei buoni regalo Amazon e scrivendo nel messaggio #NataleSpeciale era possibile chattare con Babbo Natale.

4. La realtà aumentata e location-based marketing.  Quest’ultimo, nato come modello di comportamento dei Millenials, la generazione nata tra gli 80 e i 2000, diviene utile per raggiungere più utenti, merito anche della della già nota geo-localizzazione. Questo elemento infatti è stato utile alle aziende per intercettare più utenti possibili. È stato il caso di Uber, servizio di trasporto automobilistico, che genera offerte specifiche per i propri utenti, analizzando il percorso delle proprie corse e offrendo opzioni sui ristoranti che si trovano lungo il percorso.

Anche per quel che concerne la realtà aumentata, le aziende puntano allo shopping experience.  Migliorano l’integrazione tra store online e fisico.

5. Altro trend da non sottovalutare per il 2017 è il Growth Hacker. Un nuovo tipo di marketer attento all’innovazione tecnologica, alla viralità e alle strategie a basso costo. Alcune aziende, che sfruttano questo nuovo marketer, sono Expedia, Linked In, twitter e Facebook, affidandosi a questa figura per continuare a crescere online e aumentare il proprio successo. Il livello di automazione del marketing è in continua evoluzione, sarà il comportamento stesso degli utenti a suggerire le migliori strategie di marketing da sviluppare.  Questo sarà possibile grazie alla fruizione di algoritmi più avanzati e ad un’analisi più precisa del customer journey.

6. Le aziende promuoveranno nuove strategie cross device, tantissimi sono gli utenti che iniziano un percorso di acquisto su un device per poi completare il processo di acquisto su un dispositivo diverso. L’obiettivo diviene per tanto raggiungere le stesse persone su dispositivi diversi, riproporre il contenuto già visto sul desktop sul dispositivo mobile e viceversa.

7. Alla base della creazione dei contenuti, anche nel 2017, sarà lo storytelling. All’utente piace leggere le storie, lo affascinano e coinvolgono, e questo le aziende lo hanno ormai capito. Avvicina al pubblico e lo coinvolge attivamente. Abbiamo visto questi risultati con l’introduzione dei nuovi format di stories su Snapchat prima e poi su Instagram. Le attività di Visual Storytelling, sono generatori di emozioni e di attività rilevanti come quelle prodotte dai brand attraverso la fruizione dei visori come Oculis e GearVR  che favoriscono l’evoluzione della realtà virtuale.

8. La Native Advertising assume più valore,  obiettivo nel 2017 sarà generare contenuti editoriali più affinati, integrando le “brand Stories” cercando di non stancare gli utenti nella lettura dei contenuti online. Questo favorirà l’interazione con i potenziali clienti nel modo più naturale possibile.

9. Gli Influencer di ogni settore di riferimento avranno sempre più un ruolo fondamentale nella consolidazione della marca. Continueranno a fare da collante tra brand e consumatori e alla base di questa strategia sarà il rapporto empatico che si genera. È chiaro che i contenuti condivisi dagli influencer dovranno essere credibili e realistici, in caso contrario il risultato prodotto sarà opposto alle aspettative aziendali.

10. Real time Marketing, rispondere repentinamente agli eventi e agli stimoli che il mondo web propone ogni giorno. Essere creativi, e non banali, è probabilmente la sfida più grande che le agenzie hanno nello sviluppo della comunicazione  dei brand. Anche per questo 2017 resta questo uno dei trend e strategie da tenere in considerazione, strategie da applicare sempre considerando le eventuali e potenziali conseguenze.